Angelo Tajani

Le memorie di un incorreggibile sbrigliato

av Angelo Tajani

JACOPO FORONI : FRÅN BARRIKADERNA TILL KUNGLIGA OPERAN

Dopo aver raccontato in un precedente volume dal titolo “Il monello d’Amalfi” le gioie e le paure di un’infanzia felice, vissuta in periodo in uno dei più famosi centri turistici della Penisola, in questo libro, l’autore, narra le peripezie, le peregrinazioni, le esperienze e gli amori di un adolescente cresciuto durante l’imperversare di guerra crudelmente sanguinosa che, in pochi anni, mutò letteralmente la storia e la fisionomia dell’Europa.

Sono pagine che illustrano vicende e fatti di un’epoca mai dimenticata da coloro che l’hanno vissuta, ma troppo poco nota alla gioventù. Un’epoca in cui le città italiane ancora presentavano tracce delle profonde ferite causate dai bombardamenti, mentre le località turistiche, rimaste quasi illese, cominciavano ad essere prese d’assalto da centinaia di migliaia di turisti, provenienti prevalentemente dal nord dell’Europa e d’oltre oceano.

In tutto questo marasma, ragazzi divenuti uomini troppo precocemente, emigravano dai propri lidi, dentro e fuori i confini dell’Italia e si lanciavano a capofitto in avventure amorose che hanno creato il mito dei “vitelloni da spiaggia” e della leggerezza dei costumi delle ragazze che calavano dal nord in un Paese ove vigevano ancora tanti “tabù” e interdizioni. Ma quante verità vi erano nelle storie che la stampa difondeva e che bulli e vitelloni raccontavano, vantandosene?

 

Copyright @ Angelo Tajani | Design och webmaster Eriks Webbservice